EMDR

Servizi

EMDR, un metodo efficacie per superare le esperienze traumatiche

L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) è un approccio psicoterapeutico riconosciuto a livello internazionale volto a desensibilizzare e rielaborare i ricordi delle esperienze traumatiche, attraverso i movimenti oculari.
Nello specifico, l’EMDR è un metodo efficace nell’aiutare la persona, che ha vissuto uno o più eventi traumatici, a superare tali esperienze per ritornare a vivere il presente e a costruire il proprio futuro.

EMDR ed esperienze traumatiche

Tutti noi possiamo trovarci a vivere situazioni difficili e sperimentare traumi psicologici (dal greco “ferite dell’anima”) nella nostra vita.
Nello specifico, possiamo distinguere i Traumi con la “T” maiuscola e i traumi con la “t” minuscola. Nel primo caso si fa riferimento a circostanze in cui la persona si è trovata di fronte a un evento potenzialmente mortale o a una minaccia alla propria integrità fisica o a quella degli altri, come per esempio incidenti stradali, aggressioni, stupri, omicidi o suicidi.
Molto spesso dopo un evento traumatico T, la persona può sperimentare un forte senso di disagio, paura, ansia e la sensazione di rivivere continuamente l’accaduto e/o di non riuscire ad andare avanti con la propria vita.
Con traumi con la “t” minuscola si intendono esperienze relazionali negative ripetute nel tempo o subite durante periodi di particolare vulnerabilità o nell’infanzia.
In questo caso, ripetute umiliazioni, abbandoni, trascuratezza, esperienze avverse con forti impatti emotivi possono lasciare il segno influenzando atteggiamenti, emozioni e relazioni. Sensazioni di insicurezza, scarsa autostima, sensi di colpa, ansia e attacchi di panico sono le manifestazioni più frequenti.

In tutte queste situazioni, l’EMDR, scoperto nel 1989 dalla psicologa americana Francine Shapiro, è considerato un trattamento psicoterapeutico efficace e scientificamente validato da molteplici studi controllati. Approvato, tra gli altri, dal nostro Ministero della salute nel 2003 e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2013, è oggi considerato il trattamento evidence-based per il DSPT (Disturbo da Stress Post Traumatico).

La seduta EMDR

L’EMDR prevede un protocollo a 3 stadi che consente di lavorare progressivamente sul passato, sul presente e infine sul futuro.
Inizialmente è molto importante dedicare sufficiente tempo alla raccolta della storia della persona.
Durante questa prima fase si definiscono gli obiettivi terapeutici e successivamente si procede con l’identificazione dei ricordi traumatici “target” e il loro livello di disturbo per poi passare alla loro graduale elaborazione.
La persona sarà invitata a notare i pensieri, le sensazioni fisiche e le immagini collegate all’esperienza traumatica mentre il terapeuta le fa compiere semplici movimenti oculari, o procede con stimolazioni tattili alternate destra-sinistra.
Dopo l’EMDR i pazienti spesso riferiscono la sensazione di poter ripensare agli eventi traumatici senza più sentire elevato disagio, come se quel ricordo non potesse più condizionare il presente.
Il ricordo dell’esperienza vissuta rimane, ma la persona può sperimentare una nuova sensazione di benessere, di maggiore comprensione e accettazione di ciò che è accaduto, con la consapevolezza che il passato è passato.

“La libertà è ciò che fai con quello che ti è stato fatto.”
Jean-Paul Sartre

Gli studi di neuroimaging

Gli studi hanno confermato che i ricordi traumatici sono immagazzinati in modo disadattivo nel cervello. Dopo la terapia con EMDR, si è visto un cambiamento significativo nell’attivazione delle aree cerebrali: da regioni limbiche con valenza emotiva e regioni corticali con una valenza associativa. Ciò significa che l’EMDR trasforma l’esperienza da emotiva in cognitiva.
I ricordi dolorosi vengono quindi elaborati in modo adattivo e integrati nella propria storia personale, permettendo alla persona di andare avanti.

Quando utilizzo l’EMDR?

Nella mia pratica clinica propongo e utilizzo l’EMDR qualora nella storia della persona siano presenti esperienze traumatiche (incidenti, lutti, aborti, aggressioni fisiche o sessuali, ecc.) o abbia sperimentato ripetute difficoltà di natura relazionale.


Dr.ssa Tatiana Sieve
Psicologa Psicoterapeuta
a Padova e Piove di Sacco

Mi occupo di

Ambiti di intervento

Dr.ssa Tatiana Sieve

Psicologa Psicoterapeuta

Partita IVA 04610590285
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della regione Veneto n. 7948

Info
© 2021. «powered by Psicologi Italia». È severamente vietata la riproduzione delle pagine e dei contenuti di questo sito.